I Wanna Get High: l’erba negli anni ’90

Continua la nostra rassegna sull’influenza della droga nella storia del rap. Dall’epidemia di crack degli anni ’80, nel decennio successivo è il turno della cannabis e della Ganja Generation.

DISCLAIMER: Overground e la Redazione non hanno nessuna intenzione di promuovere l’uso o l’ abuso di sostanze stupefacenti. Pertanto, ci limiteremo a raccontare la realtà dei fatti.

1 ylqw5bU7NgLGEDtcFNyPDA

Torniamo indietro di ventisette anni, al 1993. Se in Italia siamo nel pieno delle conseguenze dello scandalo Mani Pulite e ancora nella stagione degli attentati di mafia, non possiamo di certo dire che negli Stati Uniti la situazione sia migliore. Siamo ancora nel periodo della War On Drugs, la campagna contro la droga lanciata da Nixon nel 1971 ma fortemente caratterizzata dalla presidenza Reagan (ne avevamo parlato la settimana scorsa, ricordate?). In quest’anno alla presidenza siede un democratico, Bill Clinton, ma la tensione sociale e razziale non accenna a diminuire.
Qualcosa è cambiato però. Proprio nel 1993, infatti, succede qualcosa di particolare che definirà la droga del decennio, più precisamente la serata del 2 ottobre.

Quella sera in diretta da New York sulla NBC va in onda il Saturday Night Live, e fra gli ospiti che si esibiranno spunta un gruppo che aveva da poco scosso il mondo del rap: i Cypress Hill. Il gruppo di Los Angeles si guadagnerà un’espulsione permanente dal programma quella sera per aver infranto l’unico divieto a loro imposto, ovvero quello di non fumare erba sul palco.

Partendo da questo evento possiamo tracciare il punto di svolta della storia dell’erba negli Stati Uniti, ma soprattutto nel panorama hip hop. Come la cocaina aveva definito il decennio precedente, gli anni ’90 fecero prosperare l’uso e il culto della cannabis, elevandola allo status symbol che è diventata.

115ed6f326d9d624d4ee7472d6a04e5e
Yes, I smoke shit, straight off the roach clip/ I roach it for the blunted ones to approach it
/Forward motion, make you sway like the ocean /The herb is more than just a powerful potion
-Cypress Hill, I Wanna Get High, 1993

Non che l’erba fosse qualcosa di sconosciuto all’epoca, anzi. L’erba era vista come una droga antica, prima dei jazzisti negli anni ’30, poi degli hippies degli anni ’60 e ’70 fino ad arrivare al reggae, qualcosa che ti identificava ai più, se non come un vecchio, come un coglione. Nonostante ciò l’erba c’era sempre stata nella cultura hip hop, nascosta nello strato più underground di essa, in gruppi come i già citati Cypress Hill fondati nel 1986.

In più, come era accaduto con il crack, anche l’erba aveva il suo peso dal punto di vista sociale e razziale.  Fin dai primi del Novecento la cannabis era considerata esclusiva delle comunità messicane ed afroamericane, e il proibizionismo degli anni ’30 non facilitò di certo la questione. Il termine di origine messicana “marijuana” compare per la prima volta nelle cronache americane proprio in questi anni. Dobbiamo ricordarci che, all’epoca, il Messico era considerata una nazione ostile dai nostri amici a stelle e strisce, e quindi un nome messicano era appunto perfetto per la pericolosa nuova droga con cui gli immigrati volevano corrompere la bianca gioventù americana. Negli anni ’90 poi il copione sembra essere lo stesso usato nel decennio precedente per il crack: pene più pesanti per latinos ed afroamericani, autorità violenta più interessata al reprimere le minoranze che non a combattere il narcotraffico e terrorismo mediatico.

Tornando ai Cypress Hill, forse fu proprio il gruppo di Los Angeles (di origine cubana e quindi latina oltretutto) a segnare la svolta da droga per sfigati a droga del momento. Senza la “riabilitazione” della figura del fattone di B-Real e compagnia forse oggi non avremmo pietre miliari, come The Chronic di Dr. Dre o Doggystyle di Snoop Dogg, oppure oggetti entrati nell’immaginario collettivo come i Phillies Blunt o i più classici bong.

Come già detto per l’influenza del crack nella musica, sarebbe ancora più difficile elencare gli artisti che hanno omaggiato la canapa nel periodo che va dall’inizio degli anni ’90 fino ad oggi. Se volessimo contare poi anche le innumerevoli canzoni che i jazzisti di New Orleans le dedicarono dagli anni ’30, sarebbe definitivamente impossibile.

R 398235 1382123007 3573.jpeg
I was gonna go to class before I got high/ I could’a cheated and I could’a/ Passed but I got high/ I’m takin’ it next semester and I know why / ‘Cause I got high/ Because I got high/ Because I got high
– Afroman, Because I Got High, 2000

Ad oggi la cannabis è la droga più nominata nelle canzoni rap, basta fare un giro su un qualsiasi sito come Genius per vedere quante canzoni la nominino. È ironico pensare come nell’anno che abbiamo scelto per far partire questa storia, il 1993, le forze speciali americane abbiano ucciso Pablo Escobar sui tetti di Medellín. L’influenza della cocaina che muore (apparentemente) per lasciare spazio ad un nuovo capitolo della storia di questa cultura.

-Stefanojoestar

Over Ground shop, il tuo negozio preferito di Streetwear a Roma , si trova a Roma in via Massaciuccoli 79. Trattiamo streetwear made in Italy, ecco alcuni brand che puoi trovare da noi: Iuter, Propaganda, Octopus , Doomsday, Bohemien, Usual ed altri.
Felpe Octopus, felpe Doomsday, felpe Usual ma anche t shirt Bohemien, t shirt Iuter , t shirt streetwear di brand indipendenti, collaborazioni speciali ed accessori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sconto del 5%
T'ha detto male!
Sconto del 5%
Sei un grande, ma hai perso!
Sconto del 10%
Sei un grande, ma hai perso!
Sconto del 20%
T'ha detto male!
T'ha detto male!
Sconto del 50%
Sconto del 5%
T'ha detto male!
Gira la ruota chicco!
Inserisci la tua migliore email e prova a svoltà lo SCONTO!
 Regole:
  • Un gioco per utente
  • Gli imbroglioni saranno squalificati.

NUOVO DROP

Santa
Claus

DOESN'T EXIST

CODICE SCONTO:

LIMITED20

La nuova felpa Over Ground Santa Claus Doesn’t Exist.

Acquistala in pre-order con il 20% di sconto e la spedizione gratuita!

La promo scade il 13/12/2020 alle 23:59